Cerca tra i nostri titoli

Ordinare un libro:

E' sufficiente scrivere una mail indicando nell'oggetto: ordine libro

giovedì 21 febbraio 2013

UNA NOTTE HO SOGNATO CHE PARLAVI, Gianluca Nicoletti


TITOLO: UNA NOTTE HO SOGNATO CHE PARLAVI. COSI' HO IMPARATO A FARE IL PADRE DI MIO FIGLIO AUTISTICO
AUTORE: Gianluca Nicoletti
EDITORE: Mondadori
ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2013

PREZZO DI COPERTINA: 16,50 € *

PAGINE: 177
FORMATO: brossura
CODICE: 9788804626282

BARDA CARD: 16 punti
MONDADORI CARD
: 160 punti

Controlla se questo titolo è in CLASSIFICA
* n.b. il prezzo indicato è quello in vigore al momento dell'uscita sul mercato e non tiene conto delle eventuali campagne di sconto
Descrizione
Queste pagine narrano la storia quotidianamente e banalmente vera di Tommy, un simpatico e riccioluto adolescente autistico. E del suo straordinario rapporto con il padre, Gianluca Nicoletti. Di un bambino che a tre anni era tanto buono e silenzioso - forse persino troppo - e di suo padre che, quando un neuropsichiatra sentenziò: "Suo figlio è attratto più dagli oggetti che dalle persone", non trovò tutto ciò affatto strano. (In fondo, era stato così anche per lui: aveva cominciato a parlare tardissimo e ora si guadagnava da vivere proprio parlando; quindi, prima o poi, pure Tommy avrebbe iniziato a farsi sentire.) In seguito, con l'arrivo dell'adolescenza, le cose in famiglia improvvisamente cambiarono: quel bambino taciturno diventa un gigante con i peli, forzuto, talvolta aggressivo, spesso incontrollabile, e Gianluca, chiamato in causa dalla moglie sconfortata, si scopre - suo malgrado - un genitore felicemente indispensabile. "Il padre di un autistico di solito fugge. Quando non fugge, nel tempo lui e il figlio diventano gemelli inseparabili. Tommy è la mia ombra silenziosa" scrive Nicoletti. "È un oracolo da ascoltare stando fermi, e senza troppo arrabattarsi a farlo agitare sui nostri passi. Molto più interessante è respirarlo e cercare di rubare qualcosa del suo segreto d'immota serenità." E allora ecco il racconto dolceamaro, sempre franco e disincantato, di un piccolo universo quotidiano...
Posta un commento

Post più popolari